Ubi Banca apre a Singapore. Obiettivo dichiarato della banca guidata da Victor Massiah supportare gli investimenti italiani all’estero.

La scelta strategica della banca si inserisce in un contesto in cui l’interesse per i Paesi ASEAN è molto vivo. A confemarlo il numero di partecipanti all’Asean High Level Dialogue (250) dei quali circa il 10% coinvolti qualche giorno fa direttamente da UBI, partner della Associazione Italia – ASEAN, che in collaborazione con The European House Ambrosetti organizza annualmente l’high level dialogue nell’area ASEAN. Le imprese coinvolte da UBI fanno parte del settore delle costruzioni, servizi, Oli & Gas, Fashon, Meccanica strumentale e con un fatturato medio di oltre 200 mln di euro.

Ubi Banca sta scommettendo sulla regione annunciando l’apertura entro l’anno di una nuova struttura di rappresentanza per cogliere appieno le potenzialità di un’area che mostra costante crescita economica (Gdp medio per anno in crescita di circa il 5%) e demografica (previsioni +6% per i prox 5 anni) e che rappresenta un ampio mercato di sbocco sia per i grandi gruppi industriali italiani sia per le medie aziende che passano dall’incremento del loro export verso l’intera area per arrivare a decidere nuovi investimenti produttivi diretti ( confermati dai flussi dei regolamenti trade &cash registrati dall’intero sistema bancario italiano verso l’Asean +4,2% nel 2017 yoy).

La strategia di coverage internazionale del Gruppo UBI punta su una presenza in paesi ad alto potenziale per lo sviluppo degli investimenti imprenditoriali italiani all’estero.

L’intento e’ di accompagnare le aziende Italiane nel loro processo di internazionalizzazione come in Asia del resto già facciamo a Mumbai, Hong Kong, Shanghai.

Sempre più l’Italia si muove coordinata promuovendo una partnership pubblico – privata facendosi promotore di un network di decision maker che ha l’obiettivo di facilitare le relazioni tra i paesi coinvolti.