Resta costante la crescita degli occupati nel primo trimestre (+147mila) mentre risale leggermente il tasso di disoccupazione. L’Istat fotografa un mercato del lavoro che continua la progressiva uscita dalla crisi ma non accelera oltre. Nel primo trimestre gli occupati sono aumentati dello 0,6% rispetto allo stesso periodo del 2017 ma il dato è stabile rispetto al trimestre precedente. Il tasso di disoccupazione è all’11,1% con una crescita di 0,1 punti rispetto al trimestre precedente ed un calo di 0,5 punti rispetto allo stesso periodo del 2017. I disoccupati sono 2 milioni 893 mila (dato destagionalizzato).

L’Istat segnala che la crescita complessiva di 147.000 occupati in un anno è circoscritta ai dipendenti a termine (+385.000) mentre sono diminuiti i lavoratori a tempo indeterminato e gli autonomi. Nel complesso gli occupati sono 23.081.000 (dati destagionalizzati). Gli occupati dipendenti sono 17.818.000 (+0,3% sul trimestre precedente, +1,9% rispetto al primo trimestre 2017). I lavoratori a tempo indeterminato sono 14.895.000 con un calo dello 0,2% sul trimestre precedente e dello 0,3% sul primo trimestre 2017. I lavoratori a termine sfiorando quota tre milioni (2.923.000) con una crescita del 2,4% sul trimestre precedente e del 16,2% sul primo trimestre del 2017. Il tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni è al 58,2%, invariato sul trimestre precedente e in aumento sul primo trimestre del 2017. Calano ancora gli inattivi.