Un mini-cuore artificiale ha salvato la vita di una bimba di 3 anni. E’ successo all’Ospedale Bambino Gesù, che ha ottenuto un’autorizzazione straordinaria per l’utilizzo di un dispositivo miniaturizzato (15mm) di assistenza ventricolare prossimo alla sperimentazione clinica negli Usa. È il secondo intervento al mondo dopo quello del 2012, sempre all’Ospedale della Santa Sede. La bimba era affetta da miocardiopatia dilatativa ed è in lista di trapianto di cuore. Operata il 2 febbraio, le sue condizioni sono buone.(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.