ArcelorMittal si prepara a cedere l’impianto di Piombino. La decisione è maturata nell’ambito della revisione in corso da parte della Commissione europea per l’acquisizione di Ilva. Il colosso dell’acciaio ha presentato un pacchetto di cessioni per rispondere alle preoccupazioni sollevate da Bruxelles. E il pacchetto include ArcelorMittal Piombino, l’unico impianto di acciaio galvanizzato della società in Italia, altri 4 impianti in Europa e alcune linee in Belgio. La proposta di vendere tali asset rimane soggetta al riesame e all’approvazione finali da parte della Commissione europea. Le proposte di ArcelorMittal sono soggette inoltre alla conclusione dei processi di informazione e consultazione con i consigli di fabbrica locali ed europei. “Eventuali vendite saranno condizionate al completamento dell’acquisizione di Ilva da parte di ArcelorMittal. La Commissione Europea dovrebbe raggiungere una decisione definitiva sul caso entro il 23 maggio 2018″, si ricorda.

Le cessioni annunciate oggi  sono un passo ”atteso da tanto tempo”, evidenzia il ministro dello sviluppo Carlo Calenda, aggiungendo: ”Io credo che l’esame dell’Antitrust europeo si concludera’ positivamente. Questo era l’ultimo scoglio che rimaneva, poi il nodo e’ solo l’accordo sindacale”. Poi, conclude il ministro: “Una volta raggiunto l’accordo sindacale possiamo fare veramente il salto di qualita’ e far diventare l’Ilva la migliore accciaieria europea”.