“Durante il mio mandato cominciato quasi cinque anni fa, ci siamo concentrati sui gioielli,  core business della maison, e sulle radici romane del marchio, una romanità implicita che con me e’ diventata esplicita. Io vengo da un altro paese e posso vedere solo i lati positivi di questa meravigliosa città dove Bulgari ha cominciato”. E’ il ceo di Bulgari, Jean Christophe Babin, a inaugurare il nuovo store della maison in via Condotti, il New Curiosity Shop, che prende il posto della gioielleria Angeletti, trasferitasi in altra strada. Uno store che si inserisce in un  edificio del Settecento gia’ occupato dallo storico negozio Bulgari al pianterreno e dalla sua Domus al primo piano.

Babin, con un tutore a una gamba per una caduta dagli sci, ha preso parte alla presentazione del libro di Vincent Meyland, I tesori di Roma: viaggio nello storico patrimonio di Bulgari, avvenuta nella residenza governativa di Villa Madama, per la prima volta aperta ad un evento privato dal dopoguerra. Con Babin erano presenti Paolo Bulgari, sua figlia Carlotta, Roberto Rossellini Junior figlio di Isabella Rossellini, che ha fatto da moderatore alla presentazione del libro di Meyland, presente anche lui. A fare da sfondo il meraviglioso giardino panoramico di Villa Madama e due bacheche con i gioielli storici di Bulgari appartenuti ad Anna Magnani e la tiara di diamanti e acquemarine delle principesse Torlonia.