Cresce nel 2017 il traffico delle imprese ferroviarie private rappresentate dall’associazione di categoria Fercargo. Secondo quanto emerso in occasione dell’assemblea dei soci l’incremento del 7% ha provocato una crescita complessiva dell’intero comparto di circa il 3% rispetto al 2016. Attualmente, ricorda l’associazione, la quota di mercato nazionale rappresentata dalle Imprese aderenti in FerCargo è del 45% (valore in treni-km). La quota di mercato sul traffico internazionale rappresentata è invece del 65% (valore in numero treni effettuati). Secondo il presidente Laguzzi “le imprese ferroviarie del settore merci indipendenti dal Gruppo Fsi confermano di essere protagoniste del rilancio del cargo ferroviario italiano”. Nonostante l’inversione di tendenza, avvenuta con la ripresa del traffico a partire dal 2015, rileva il presidente Fercargo, “rimane ancora evidente il gap rispetto alla quota della ferrovia merci rispetto alle altre modalità di trasporto, presente in molti Paesi Europei. Occorre dare continuità al percorso intrapreso, anzi se possibile rafforzarlo e renderlo strutturale in futuro, dato che i numeri stanno dimostrando che la terapia avviata, funziona”. Cresce poi il numero delle imprese ferroviarie aderenti in FerCargo, grazie all’adesione di Adriafer. L’Assemblea FerCargo infine ha votato all’unanimità l’adesione in Confetra, la Confederazione Italiana Generale Trasporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.