Il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, il Consorzio del Prosecco Doc e il Consorzio Vini Sicilia Doc rilanciano a Vinitaly, da domenica a mercoledì prossimi, gli accordi bilaterali in tema di vigilanza. L’obiettivo è di incrementare i controlli unendo le forze.

Nel 2017 il Consorzio Mozzarella Dop ha intensificato le verifiche, effettuando tremila controlli, di cui 200 congiuntamente al Prosecco Doc. La Bufala Campana ha inoltre appena rinnovato l’intesa con il Prosecco. A questi numeri vanno poi aggiunte le fondamentali azioni degli altri organismi per un totale di oltre 10mila controlli l’anno sul prodotto. Delle “Best Practice” messe in campo, dei risultati ottenuti e delle nuove prospettive per il 2018, si parlerà nella conferenza in programma lunedì 16 aprile (ore 16) all’interno del Prosecco Doc Pavillion – Area H del Vinitaly.

All’evento parteciperanno Luca Giavi, direttore del Consorzio Prosecco Doc, Pier Maria Saccani, direttore del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana Dop e Maurizio Lunetta, direttore del Consorzio Tutela Vini Sicilia Doc, che rinsalda il suo legame con il Prosecco. “La vigilanza è l’architrave delle attività del Consorzio e la sinergia con altre realtà come il Prosecco Doc ha l’obiettivo di aumentare il numero di verifiche e la loro capillarità territoriale. Gli accordi che andranno avanti anche nel 2018 sono il frutto della chiara volontà di offrire sempre più garanzie ai consumatori su un prodotto che ha proprio nella qualità il suo punto di forza”, spiega il direttore Saccani. “I controlli – aggiunge – la vigilanza e l’intero impianto di regole comunitarie delle Dop e Igp sono il valore aggiunto che differenzia il prodotto a denominazione da quelli similari. Così si garantiscono le nostre eccellenze”.(ANSA).