British Airways mette un piede in Norwegian Air. Lo fa acquisendo una piccola partecipazione ma ipotizzando una futura offerta. Iag, la holding cui fanno capo tra gli altri la stessa British e Iberia, mostra quindi un interesse concreto per la low cost che si sta facendo notare per la strategia di collegamenti sul lungo raggio. Il Gruppo ha infatti annunciato che sta valutando l’ipotesi di presentare un’offerta su tutto il capitale. Iag, che può contare già su Vueling e Air Lingus, “considera Norwegian un investimento attraente e ha acquistato una quota del 4,61% nella compagnia aerea”. Si tratta, tuttavia, solo di un primo passo, precisa però subito dopo il Gruppo: “L’investimento con una quota di minoranza mira a stabilire una posizione da cui iniziare discussioni con Norwegian, inclusa la possibilità di un’offerta totale” per la low cost scandinava. Le trattative, comunque, specifica Iag, “al momento non sono partite, non è stata presa una decisione sulla possibile offerta, né è sicuro che questa decisione verrà presa”. Questa mossa è bastata per far schizzare il titolo di Norwegian, che alla Borsa di Oslo è arrivato a salire del 26%, la crescita più rilevante della sua storia, prima di essere sospeso. La low cost scandinava, da parte sua, spiega che “non era a conoscenza di quest’acquisizione prima che i media ne dessero notizia” e precisa di non aver “intavolato alcun dialogo o trattativa in merito”: tuttavia, “ritiene che l’interesse da parte di uno dei più grandi gruppi aviation internazionali confermi la sostenibilità e il potenziale del suo modello di business e della sua crescita globale”. Stando a indiscrezioni dell’agenzia Bloomberg l’acquisizione della compagnia scandinava, che oggi ha un valore di mercato di 1 miliardo di dollari, potrebbe valere 3 miliardi incluso il debito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.